news

Flavio Caprera JAZZ CONVENTION

 

Lisa Maroni è al secondo round discografico della sua carriera con un lavoro dal doppio significato e dalla duplice personalità. La voce della Maroni non è mai sopra le righe e con la sua calda espressività affronta con equilibrio e facilità dialogica i dieci brani che compongono Intwoition. Qui sono in ballo due culture, quella natia, umbra, e quella passionale, brasiliana. I due aspetti sono fusi tra loro senza alcun apparente stridore e danno al disco una forma che si discosta piacevolmente dagli stilemi tradizionali. Piano e voce creano tra loro un fitto confronto fatto di accelerate, pause, riflessioni, accenni, intrecci di linguaggi e alchemiche mistioni di armonia e melodia. Quest'ultima caratteristica si addice molto a India Caeté na Umbria, pezzo di chiusura del disco ma a sé stante, come struttura, rispetto agli altri brani. Intwoition è declinato al femminile, vive di quella apparente e necessaria fragilità (Il tuo nome è donna) che ne cambia i connotati intimi attraverso la poesia - The Call, Direção do Vento e Song Inside - opppure attraverso il dialogo serrato di Verso e la delicata ballad dedicata alla figlia Anna, attraverso la struggente Lullaby di Petrucciani o la poetica Mas Allá e l'intensa e pianistica Luci (d)al Centro. Il bifronte Intwoition è la speculare immagine di un jazz ai confini della sua essenza, elastico nelle forme interpretative, aperto a sonorità poetiche e musicali di mondi vicini ma diversi.

 

http://www.jazzconvention.net/index.php?option=com_content&view=article&id=1852%3Alisa-maroni-intwoition&catid=2%3Arecensioni&Itemid=11